• Punti di sospensione

    Dai il meglio di te

    Ciao mamma in crosta!

    E’ giunto il momento di salutare, almeno qui sul blog, il mese di Febbraio, in cui la luce ci ha illuminate di buoni propositi invogliandoci a dare il meglio di noi.


    E’ stato un mese frenetico per me.
    Ho rincorso i minuti, avuto ansie continue, lucidità a intermittenza.


    Giulia ha avuto l’influenza (senza “corona” ) con picchi di febbre mai visti prima.
    Poi ha pensato bene di dare sfogo al suo malessere psicologico per la lontananza del papà, vissuta come distacco, facendocela pagare ad entrambi.

    Sto provando a riemergere da questa condizione di “impotenza” in cui stavo per sprofondare per la prima volta da quando è venuta al mondo.


    Una persona a noi molto vicina è stata determinante.
    E’ riuscita a trovare quella chiave che Giulia mi impediva di trovare.

    I bambini, non necessariamente con difficoltà, sono capaci di super poteri.

    Non usano le parole per dirti che stanno soffrendo per qualcosa che non hanno compreso. Agiscono, dando luogo a comportamenti insoliti, spesso dannosi per la loro salute.

    Prova ad aspettare 24 h che vostra figlia faccia pipì. E quando tutto ti sembra perso, sei non lontana dall’attacco di panico, non dormi da non so quanto, ecco che riemergi, torni lucida e cosa vedi?

    Una bimba che dorme placida tutta la notte, che si alza la mattina e va in bagno come niente fosse.

    Una forma di ricatto morale per il quale,da ieri, adotto la tecnica dell’indifferenza.

    “Non vai in bagno, te la farai addosso prima o poi!”
    Ovviamente rassicurata dalla pediatra e dalla neuropsichiatra che non avrebbe avuto complicanze fisiche..Ma che le avrei avute io ad assecondare la sua ricerca di attenzioni per far salire il mio stato ansiolitico!

    E così torno a spargere positività e saluto Febbraio, mese della luce con l’ultimo incitamento :

    Let your light shine wherever you go!

    E, in ordine di fattibilità temporale, ti elenco brevemente ciò che ho intenzione di fare per DARE IL MEGLIO DI ME.

    WEEK-END LUNGO NELLE MARCHE.
    Mi dedicherò a conoscere il territorio in cui andrò ad abitare, le distanze da un punto di interesse ad un altro, le rivendite indispensabili e quelle che “se serve ci sono”.

    LEGGERE LIBRI.
    Formativi per il mio lavoro di freelancer.
    Ameni per il mio piacere di immergermi in un mondo immaginario.
    Del tutto nuovi per e con Giulia, che ama le storie.

    Amazon a me!

    PROGETTO SCUOLA.
    Ho avuto un’illuminazione in questi giorni di malessere e ho proprio voglia di mettere giù una proposta di laboratorio scolastico diretto alla scuola primaria, in cui l’attività manuale sia tutt’uno con la parte educativa.

    WEEK-END TRA DONNE.
    Ho voglia di realizzare il desiderio di Giulia di prendere un treno o un aereo. Mi metterò alla ricerca di qualche offerta e prenoterò la prima vacanza, in un posto non necessariamente noto, con mia figlia.

    E ora che ti ho brevemente raccontato i fatti miei…

    Tu, mamma in crosta come me, quale cosa vorresti mettere in atto più di altre per dare il meglio di te?

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *