• Punti Esclamativi

    Io e il mio nuovo amico Diggory Doo

    Questa settimana ti ho parlato di CONSAPEVOLEZZA.
    Se siamo CONSAPEVOLI noi potremo infondere la stessa sicurezza ai nostri figli o evitare che siano sopraffatti dalle loro preoccupazioni.


    Se non sai che parole usare, ho trovato un modo davvero unico per aiutarti.

    Una settimana fa ho acquistato a Giulia un libro che fa parte di un’intera collana –  THE DRAGON BOOKS – – raccomandata a genitori, insegnanti, terapeuti per aiutare i bambini con più difficoltà a gestire emozioni e sentimenti in modo autonomo.

    L’autore di questa collana si chiama Steve Herman ed è da sempre appassionato autore di libri per bambini a sfondo educativo.

    Quello che ho acquistato è dedicato alla CONSAPEVOLEZZA.

    CLICCA SULLA FOTO SE VUOI SAPERE COME ACQUISTARLO

    I protagonisti dell’intera collana sono il bambino Drew e il SUO draghetto DIGGORY DOO.

    Puoi addestrare il tuo drago a sedersi, alzarsi, rotolare e persino usare il gabinetto…
    Ma cosa fare, se il tuo drago è preoccupato per tante cose?Se si preoccupa per il passato, e persino per il futuro…
    Cosa puoi fare?

    Le illustrazioni sono efficacissime per accompagnare la lettura.

    Aiutano il piccolo lettore a :

    1. comprendere come superare ogni ansia concentrandosi sul presente
    2. godere della raggiunta serenità

    E a guardarle bene, hanno una doppia efficacia.

    Inducono persino il genitore,insegnante o terapeuta che introduce la storia a mantenere CONSAPEVOLEZZA e serenità per fare da voce narrante.

    Drew ha sempre la soluzione giusta per ridestare in Diggory Doo il più bel sorriso del mondo.

    In effetti, questo particolare argomento va magari “diluito” a bambini in età prescolare come Giulia : i termini CONSAPEVOLEZZA o MINDFULNESS non sono proprio facili da memorizzare e assimilare.

    Basta usare quel grande PENSIERO LATERALE* che noi mamme in crosta, per fortuna e per dovere abbiamo, per trovare come arrivare alla spiegazione più efficace per nostro figlio o nostra figlia.

    Le parole sono solo il guscio, la meditazione è il nocciolo

    Buona consapevolezza mamma in crosta!

    *se vuoi approfondire di cosa si tratta, io che da buona creativa ne faccio uso costante, ti rimando a questo blog post di Nausica Capriotti,consulente e formatrice, che spiega molto bene cosa vuol dire e come esercitarlo

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *